IMPRESSIONI GRAN PRIX SPORTFUL 2016

IMPRESSIONI GRAN PRIX SPORTFUL 2016

Buongiorno amici di double-poling.com. Il lunedi’, anche se non e’ giornata di normale pubblicazione per il nostro blog, diventera’ un appuntamento di routine per affrontare l’analisi post gara.

Si e’ svolto nella giornata di ieri a Feltre il GRAN PRIX SPORTFUL. La gara, giunta ormai alla sua 38-esima edizione, e’ un classico appuntamento che ospita e vede darsi battaglia sulla strada che da Pedavena sale fino a Passo Croce d’Aune i piu’ forti fondisti italiani e non solo.

Come ogni anno, gli atleti della Nazionale Italiana di Coppa del Mondo e delle squadre “B” e Juniores, con l’aggiunta di atleti stranieri campioni del mondo ed olimpici erano presenti per testare il loro stato di forma e per rendere omaggio con le loro gesta alla famiglia Cremonese e al marchio SPORTFUL (tra i leader mondiali nell’abbigliamento per lo sci nordico).
In mezzo al gruppo, a lottare con i migliori fondisti in circolazione, c’ero anch’io. E nonostante la gara fosse “corta” e in Skating, ho cercato di vendere cara la pelle…
Sicuramente, tra i “granfodisti” e soprattutto tra i “double poler”, sorgera’ spontanea la seguente domanda:

“Cosa c’entra una gara in salita di poco piu’ di mezz’ora con chi deve preparare una stagione sulle lunghe distanze in double poling???”

C’entra, eccome….!!!
In gergo si tratta di una “sgasata”. Una tirata di collo in salita e soprattutto indossando un pettorale, oltre a farti capire a che punto e’ la tua condizione generale, diventa un ottimo lavoro di VO2 MAX, che per un “LONG DISTANCE” non e’ sempre facile da fare!!!

“E perche’ in Skating???”

Risposta semplice, ma non banale. La credenza popolare dice che il “double poler” debba allenare solo braccia, spalle, addominali e “schiena”… Giustissimo, ma si tratta di una condizione necessaria ma non sufficiente.
Se facciamo un’analisi tecnica del gesto del double poling, scopriremo che l’ utilizzo degli arti inferiori e’ di fondamentale importanza.
Per preparare una spinta potente ed efficace, infatti, sono necessari un buon lavoro sia dei piedi che delle gambe per alzare e portare in avanti il baricentro.
Per questo motivo lo Skating, come del resto la bici, le camminate in montagna e i balzi e palestra, sono allenamenti da non sottovalutare e da fare con costanza ed impegno, tanto quanto il classico o il double poling. E non solo… “tanto per cambiare”!
Non ho intenzione di dilungarmi troppo in discorsi tecnici; per questo lascio a voi eventuali commenti, domande e riflessioni a riguardo.

….ah dimenticavo!! La vittoria della gara maschile e’ andata a Francesco De Fabiani, su Eugeny Dementiev e Federico Pellegrino. Il sottoscritto ha chiuso in decima posizione, a circa 1’30” dal vincitore. Tra le donne successo per Ilaria Debertolis davanti a Virginia DeMartin e Giulia Stürz. La classifica completa della 38-esima edizione del Gran Prix Sportful e’ disponibile qui.

Stay tuned e buon duoble poling a tutti..

fb_img_1475425292554

5 thoughts on “IMPRESSIONI GRAN PRIX SPORTFUL 2016

  1. Ciao bruno….
    Facevo una riflessione….
    Partendo dal presupposto che come dici tu c ereano i migliori, tu ( che sei fortissimo) ma non di primo pelo….pittin anche lui con i primi… bonaldi e pasini…a parte il defa e pellegrino,dove sono gli altri?
    Scusa il disturbo, cosa ne pensi?

    1. Ciao Matteo, la tua riflessione è corretta ma ricordiamoci sempre che è una gara pronti via e 35′ di salita senza respiro….
      Certamente da un quadro dello stato di forma attuale per tutti gli atleti, ma non dimentichiamo che siamo ai primi di ottobre e che sugli sci la musica cambia..
      Comunque rimane il fatto che anch io mi aspettavo qualcosa di più da qualche giovanotto con ambizioni di entrare nel giro che conta, ma sono fiducioso che per dicembre saranno in grado di rifinire al meglio il lavoro estivo…
      Ciao e continua a seguirci

    1. Ciao Arrigo, se hai il trx o simile riesci a fare parecchie cose..
      Partendo dal presupposto che ci sono vari tipi di forza da fare, tutto non puoi fare con quello, ma di certo è un ottima soluzione casalinga..
      Ti basta una trave o qualcosa di simile per appenderla..
      Come ti dicevo però tutto non riesci, per esempio la forza massima (3/4 serie da 4/5 ripetizioni con 80% del massimale) necessita di sovraccarico..
      Per il gran dorsale puoi sopperire con le trazioni alla sbarra con uno zaino zavorrato per esempio, per i pettorali fare piegamenti sulle braccia(pince) sempre con lo stesso zaino, etc..
      Chiaramente sono degli ottimi espedienti ma in palestra con lat machine(gran dorsale) e panca(pettorali) sarebbe un lavoro più redditizio..
      Poi per la forza resistente puoi fare un ottimo lavoro con l’Ercolina(12/15 tirate ad alta resistenza)…
      Sono alcuni esempi che ti possono aiutare se proprio non riesci ad andare in palestra… Spero di esserti stato utile
      Ciao, continua a seguirci e buon double poling!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *